MANGIARE PER CRESCERE = MISCUGLI E PASTICCI/ I CIBI DELLE FESTE

Sempre dalla classe dei bimbi di 4 anni arriva una nuova esperienza didattica riguardante il progetto di educazione alimentare.

Dopo aver lavorato su quelle che sono le abitudini alimentari, discutendo su colazioni/pranzi/ cene, raccogliendo materiale per cartelloni di gruppo e altre attività,  siamo passati ad una parte del progetto particolarmente simpatica: “miscugli e pasticci”. Ovviamente abbiamo fatto i biscotti ma, non biscotti qualunque, bensì il famoso ” Omino Biscottino”; la conosciuta storia di origine britannica ha accompagnato la produzione dal vivo del biscotto colorato. Naturalmente i biscotti sono poi stati gustati direttamente in famiglia. Con questa attività ci siamo così inseriti anche nel tempo natalizio.

MANGIARE PER CRESCERE ( classe lumachine)

Per la classe dei bambini di 4 anni la programmazione annuale ( ormai avviata da tempo… ) prevede un progetto specificatamente dedicato all’educazione alimentare, appunto ” Mangiare per crescere”. Il primo step di questo percorso didattico ha proposto la famosissima storia di E. Carle ” Il piccolo Bruco Maisazio”. Dopo un’attenta e ripetuta lettura del libro e rielaborazioni verbali e grafiche, i bambini hanno drammaztizzato la storia, trasformandosi in tanti bruchetti affamati i quali, poi, si sono chiusi in un bozzolo ( ovviamente di stoffa) e infine trasformati in vivacissime farfalle, come recita la storia. Svariate le attività proposte e, tra tutte, il calendario settimanale che con relativa filastrocca accompagnerà l’intero anno scolastico.

“EDUCATA- MENTE IN- FORMATI”

Cattura

Il giorno 12 novembre scorso in tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo di Borghetto Lod., si sono svolte iniziative varie legate alle tematiche del  vivere in modo “salutare” sia per ciò che riguarda l’andamento della vita scolastica che, in particolare, per il problema della sana alimentazione.

Nella nostra scuola abbiamo voluto organizzare un momento di riflessione per i genitori, riflessione inerente il buon inserimento/frequenza alla scuola dell’infanzia e la costruzione di una collaborazione costruttiva scuola/famiglia.

L’incontro è stato tenuto dalla dott.ssa Ramona Negri, già collaboratrice col nostro istituo in passato per lo sportello di consulenza psicologica alle famiglie, attualmente in servizio all’ufficio di Piano del consorzio comuni lodigiani.

A seguire i genitori hanno potuto entrare nelle classi dei loro figli ( sezioni A e B) per concludere insieme la giornata scolastica.

Ringraziamo Ramona Negri per la sua generosa disponibilità e bravi anche i genitori che hanno potuto essere presenti.

ATTIVITA’ DALLE LUMACHINE ( sezione bambini di 4 anni)

Ecco come i bambini della sez. delle lumachine hanno imparato come si forma il colore verde..

…C’erano una volta due amici cerchi, uno blu e l’altro giallo……

lumachine-1-4

 

 

 

 

Ma una nuvola dispettosa lavò via il loro colore…

lumachine-1

 

 

 

 

Intervenne una brava fatina che lasciò che i due colori si mescolassero e apparve un nuovo colore…

lumachine-1-2

 

 

 

 

…ora i due amici cerchi avrebbero avuto un nuovo amico: il cerchio verde!

lumachine-1-3

 

 

 

 

L’autunno è arrivato anche alla scuola dell’infanzia di Bargano …e ha portato tanti buoni frutti.

Per i bimbi più golosi ha portato anche le castagne, e allora.. via alla “Festa delle castagne!” Ecco tante castagne birichine!

lumachine-1-7 lumachine-1-6 lumachine-1-5

 

 

 

A SCUOLA CON GUSTO… DALL’UVA AL VINO: LA VENDEMMIA ( sezione 5 anni)

Noi bambini del gruppo delle “Nuvolette” vogliamo raccontarvi di un giorno a scuola davvero speciale: quello in cui … abbiamo fatto la vendemmia!

Abbiamo cominciato l’attività sentendo il profumo ed il gusto dell’uva. Poi le maestre hanno appeso tutti i grappoli in giardino, formando un piccolo filare d’uva. Noi abbiamo staccato i grappoli e, separato gli acini dal raspo raccogliendoli nella bacinella azzurra. La parte più divertente è stata quella di schiacciare gli acini per far uscire il succo: ci siamo sporcati mani e piedi, ci siamo schizzati , eravamo tutti appiccicosi e contenti. Le bidelle Maria, Silvia e la maestra Bassiana ci hanno poi lavati. La fase successiva è stata quella di raccogliere tutta l’uva schiacciata in una tinozza, per poi versare il tutto nel torchio (passaverdura).  A questo punto abbiamo cominciato a torchiare l’uva. Dal fondo abbiamo visto uscire il mosto che abbiamo messo in bottiglia e che dopo la fermentazione diventerà vino. La maestra Marilina ci ha scattato molte foto (guardiamole insieme).

Questo slideshow richiede JavaScript.